Francesco Piras conquista Cortinametraggio

Cala il sipario sulla 19° edizione di Cortinametraggio, il festival di riferimento per i corti, presieduto dalla fondatrice Maddalena Mayneri e diretto da Niccolò Gentili che in questi giorni ha animato la splendida cornice di Cortina d’Ampezzo.

A vincere il concorso, aggiudicandosi il Premio Cortinametraggio con Enel – Premio Miglior Corto Assoluto è Tilipirche di Francesco Piras, che riceve anche il Premio Young Frecciarossa. Il corto ha un importante sottotesto ambientalista, interpretato da Giuseppe Ungari e Antonio Chessa e racconta di una violenta invasione di cavallette in un paesino della Sardegna, in cui un allevatore sarà costretto ad affrontare il passaggio di testimone da padre a figlio per la gestione del loro ovile.

Ma possiamo dire che i premi assegnati – data anche la location – sono stati letteralmente “una valanga”!

A Mosca Cieca

Il Premio Miglior Regia è andato infatti a Dive di Aldo Iuliano, una storia di amicizia profonda, d’amore e coraggio. E ancora il Premio Speciale Titanus e il Premio Speciale Comune di Belluno per l’emozionante film di Francesco Sossai Il compleanno di Enrico; il Premio Rai Cinema Channel per l’acuta e originale satira sociale di Angela Norelli We Should All Be Futurist.

Il Premio Miglior Sceneggiatura Andromeda Film alla storia di emancipazione femminile di Vera Munzi e Caterina Savadori Ánemos, mentre a fare incetta la commedia dalle tinte noir Un lavoretto facile facile di Giovanni Boscolo, che si è aggiudicato il Premio Miglior Commedia Aermec, il Premio della Stampa Visottica, il Premio Speciale Greenboo e il Premio Speciale Driade.

Foto di Gruppo

La slavina di riconoscimenti è proseguita con il Premio del Pubblico – The Film Club e il Premio San Benedetto Artigiani dello Spettacolo alla commedia romantica sull’intelligenza artificiale L’acquario di Gianluca Zonta.

Ben tre riconoscimenti anche a De l’amour perdu di Lorenzo Quagliozzi, intimo e coinvolgente ritratto umano sullo sfondo della Francia occupata dai nazisti, che si è portato a casa il Premio Anec e Fice, il Weshort Award – Best Short Film Cortinametraggio e il Premio Pianegonda per la Miglior Attrice, assegnato alla talentuosa Catherine Bertoni.

Anemos

Il Premio Speciale Anpit al delicatissimo Frammenti di Andrea Casadio, su uno dei momenti più tragici della storia recente; il Premio Miglior Attore Pianegonda a Niccolò Ferrero per il ritratto esistenziale di Tommaso Frangini Foto di gruppo; il Premio Speciale Miglior Corto Usa a Thirstygirldi Alexandra Qin, avvincente e originale storia di due sorelle e di un viaggio che cambierà per sempre le loro vite; il Premio Speciale Omnia Hotel al racconto di formazione Wasted di Tobia Passigato.

Si chiude così una delle edizioni più ricche della storica kermesse che dà appuntamento al prossimo anno per festeggiare la 20° edizione.

Pubblicato da gossipgirl

Le brave ragazze vanno in Paradiso, ma le ragazzacce si intrufolano dappertutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.