Nel segno di Louis Armstrong

Louis Armstrong

Si chiude al Museo del Saxofono la rassegna Vibrazioni un’iniziativa organizzata con il finanziamento della Regione Lazio che, nell’arco di due mesi, ha visto esibirsi alcuni dei più prestigiosi musicisti nell’ambito del jazz e della musica classica, con progetti originali e a tema. Sabato 20 novembre alle ore 21 si esibirà il trombettista Gianluca Galvani con “Remembering Louis Armstrong“, un concerto che vuole ricordare l’artista afroamericano più influente del nostro tempo, il musicista che ha fatto la storia del jazz e del quale quest’anno ricorre il cinquantenario dalla scomparsa.

In questa serata la formazione ripercorrerà gran parte del repertorio legato a questo artista, partendo dai brani legati al periodo di New Orleans fino ai grandi successi che lo hanno reso noto al grande pubblico, primo fra tutti What a Wonderful World. Un’occasione importante, dunque, per ricordare la figura di Louis Armstrong in una chiave moderna ed originale. Nell’organico dell’orchestra, oltre a Galvani alla cornetta, ci saranno Carlo Ficini al trombone, Piercarlo Salvia al clarinetto, Paolo Bernardi al pianoforte, Guido Giacomini al contrabbasso e Gianluca Perasole alla batteria.

Gianluca Galvani

Prima del concerto, a partire dalle ore 20, è prevista un’apericena opzionale al costo di € 15. L’ingresso alla performance è di € 15 con biglietti in prevendita sul sito di Liveticket o direttamente al Museo. Entrata con obbligo di presentazione del greenpass; è consigliata la prenotazione.

Pubblicato da gossipgirl

Le brave ragazze vanno in Paradiso, ma le ragazzacce si intrufolano dappertutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *